Venezia e Carvìco, anziani & ospizi

A Carvìco eravamo stati convocati nei pressi del “Centro Anziani”, se ricordo bene…

A Venezia quest’anno l’area di partenza è stata al Campo San Lorenzo, a fianco dell’antichissimo ex convento Benedettino, poi Ospizio e ora Casa di riposo San Lorenzo, dove tra l’altro ‘dovrebbe’ riposare Marco Polo… (www)

Apprezzo tali attenzioni e in genere il rispetto per gli anziani, che in tutte le culture sono considerati i depositari della ‘saggezza’ popolare; ma nel pianificare le gare per le categorie Master e Super Master (M60 e oltre) a Venezia non ne hanno assolutamente tenuto conto, della ‘senilità’ …

C’è già lei, inesorabile, a far pesare il suo handicap (un anno che passa, oltre i 60 non è come passare da 20 a 21 anni…), non ci sarebbe bisogno di aggiungerne altri… Invece no, i crudeli organizzatori del MOV 2010 han pensato bene di dare una ritoccatina alle distanze dello scorso anno, che per la mia cat. di M60 è stata di un bel + 9% circa (da 4.500 a 5.300). Che naturalmente si son sentiti, in testa (concentrazione) ma anche sulle gambe: sono arrivato con i crampi, e quei 160 metri dalla 150 al finish sono stati una tortura, a farli cercando di correre comunque… (e il tempo di 38″ la dice lunga! non è un tempo da me). Come se non bastasse, il tracciatore austriaco ha pensato bene di riempire i percorsi con diverse farfalle che, aggiungendo complicati e repentini cambi di azimut nel dedalo del labirinto veneziano già complesso, ha mandato in crisi più di un esperto… (come ad esempio il mio amico Martignago). Conclusione: gara più tosta del solito, ma sempre bella e affascinante (ma qui i meriti del tracciatore spariscono, dinanzi a un palcoscenico del genere…). Deliziosa la sua nota, nel comunicato-gara, che si concludeva così: “…Voi sentirete veramente che orientarsi a Venezia vi darà la stessa gioia e lo stesso divertimento di un compleanno o delle festività di Natale!… (W. Pötsch). Non ditegli che per me non è stato così…

Comunque alla fine il mio tempo di 55:09 mi ha soddisfatto, e se non fosse stato per l’unico errore alla penultima sarei stato il 3° degli italiani, e invece ci sono arrivato a 5 sec di distacco… peccato, ma va bene così. Gli anni passano, le distanze aumentano, ma riesco a districarmi ancora bene in quel delizioso e amato labirinto di case e d’acqua. Sono curioso di vedere i numeri ufficiali, e lo split-browser, per capire meglio la mia gara. E sono anche contento che il grande Teno si sia conquistato il Leone d’oro, per la 3^ volta!

Ho aggiornato la paginetta del MOV (2010) e pubblicato le mie foto sul solito sito web Flikr:  http://www.flickr.com/photos/maristani 

Ora concentriamoci per l’ultimo sforzo a Cantù, domenica prossima.

Mariano

 

 

Post Correlati

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.
Privacy Preferences
Quando visiti il nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.